Crea sito

Asse Lamezia -Melbourne: ecco la nostra esperienza

Ciao a tutti, siamo i ragazzi italiani che hanno avuto la fortuna di prendere parte allo scambio culturale in Australia e vorremmo raccontarvi molto brevemente questa meravigliosa esperienza.

Siamo partiti dall’aeroporto di Lamezia Terme il 17 agosto e che ci crediate o no, dopo ben 25 ore di viaggio siamo atterrati a Melbourne alle 5 del mattino. Sin da subito tra noi ragazzi si è creato un clima di grande complicità dovuto principalmente all’adrenalina che in quel momento ci accomunava. Appena atterrati siamo stati accolti calorosamente dai nostri rispettivi australiani e ci siamo subito immersi nel loro stile di vita.

Smaltire il jet lag è stato abbastanza difficile, ma la felicità e la grande voglia di fare ci hanno tenuti svegli…in quel momento eravamo nelle condizioni di poter conquistare il mondo!!

 

La scuola australiana è totalmente diversa rispetto alla nostra. Lì sono scuole solo maschili e femminili, bisogna indossare le uniformi e rispettare regole precise, ma l’aria che si respira tra quei corridoi è molto familiare. I ragazzi australiani hanno la possibilità di scegliere di studiare le materie che ritengono utili per la loro formazione, e il fatto che si debbano spostare nelle diverse classi dei docenti permette loro di stringere tantissime amicizie. Durante il pomeriggio hanno molto tempo libero da dedicare alle attività sportive ma anche al lavoro, sono persone molto responsabili!

Il vivere in famiglia è un’esperienza che ci ha permesso di avere una full immersion nella realtà australiana. Anche se il cibo non è dei migliori e anche se abbiamo provato tutti i fast food possibili ed immaginabili, ci siamo sentiti a casa. Tra noi ragazzi italiani e australiani si è instaurato un rapporto quasi fraterno, tanto da sentirci circa ogni giorno dopo il nostro ritorno in Italia.

Durante le due settimane e mezzo abbiamo visitato tutti insieme tanti posti bellissimi e abbiamo visto dei paesaggi che, credeteci, sono proprio da cartolina! Oltre a visitare più volte Melbourne city, sia di giorno che di notte, e oltre ad essere stati anche sulla parte più alta (e spericolata) dell’Eureka Tower (la torre più alta della città), abbiamo fatto un’escursione anche a Sydney; lì abbiamo gustato il vento, l’aria dell’Oceano Pacifico e delle sue bellissime spiagge che sembravano che fossero di borotalco tanto che la sabbia era morbida. Nei giorni seguenti siamo andati a Phillip Island, una piccola isola dove siamo stati accolti da strani esseri quali canguri, koala e pinguini. Sembrava di essere fuori dal mondo, una dimensione del tutto impensabile. Nei fine settimana le nostre famiglie ci hanno fatto vedere altri posti mozzafiato che non potremo mai dimenticare.

Non vediamo l’ora che a fine novembre arrivino gli australiani, non stiamo più nella pelle per mostrare loro una piccola parte della nostra Italia. Speriamo che vengano accolti con un caloroso benvenuto anche dalla nostra scuola. Ci auguriamo che nei prossimi anni altri ragazzi avranno la fortuna di vivere quest’esperienza bellissima che, vi assicuriamo, cambierà la vostra vita!

Un saluto da Andrea, Salvatore Console, Vincenzo, Gaia, Fabio, Lorenzo, Mariapia, Salvatore Ierinò, Ilaria, Salvatore Cristiano.

Author: scorzate

Share This Post On

Cosa vorresti sapere?

  Subscribe  
Notificami
Vai alla barra degli strumenti